Ritardi e consegna, che confusione!

Ritardi e consegna, che confusione!

Un pericolo crescente che l’Italia sta attraversando e che sembra non essere abbastanza importante è quello che riguarda la pressione dei tempi di consegna.

La salute, la qualità e soprattutto la sicurezza sul lavoro stanno risentendo di continue pressioni dovute al periodo storico che stiamo attraversando.

Il periodo di chiusura ha causato un blocco degli ordini che, al termine del lockdown, ha ostacolato la linea lavorativa.

Troppi ordini da evadere, troppi i materiali richiesti, troppi i lavori da riprendere.

Tutto ciò, anche nel bene, ha creato disagi e rallentamenti che si trasformano in stress lavorativo e poca efficienza sul lavoro.

Prima della pandemia, i consumatori erano disposti ad aspettare fino ad un massimo di 5 giorni per la consegna.

consegna

Con il lockdown, molti di loro sono diventati sempre più impazienti, tanto da non riuscir ad aspettare nemmeno un giorno.

Ma tutto ciò, fa scaturire la fretta e la disattenzione portando a commettere errori fatali.

Tra gli ostacoli importanti ci sono le scadenze, che si avvicinano sempre di più, anzi, fin troppo spesso si è già in ritardo alla firma del contratto, e non si riesce ad adempiere alle scadenze fiscali o per l’apertura di un nuovo cantiere.

Si dovrebbe tener maggiormente conto dell’opinione degli operai che impiegano il proprio tempo nell’edilizia e nella sua crescita, che, ad oggi, è un’importantissima fonte di guadagno.

Da non dimenticare gli innumerevoli freni che sono stati posti al mondo edile, rallentando così ogni attività, dalle pubbliche amministrazioni ai privati.

Le chiusure hanno inoltre influito anche sugli aumenti dei prezzi, basti pensare che, in piena pandemia, i prezzi sono decollati in proporzione all’allungamento dei tempi di consegna.

Queste situazioni non hanno certamente agevolato il lavoro e ad oggi bisogna sapersi districare tra i mille ordini per poter garantire qualità e competenza.

Ora, immersi nella zona bianca Post Covid, speriamo in una ripresa.

Gabi Infissi, dal canto suo, è un’azienda che è riuscita nonostante tutto ad andare avanti ed a diventare più forte di prima!

Contattaci e te ne accorgerai!

consegna
Total Page Visits: 592 - Today Page Visits: 2

Correlati

Come oscurare le finestre?

Come oscurare le finestre?

È possibile sostituire le finestre senza opere murarie?

È possibile sostituire le finestre senza opere murarie?

Come aumentare la luminosità di un’abitazione

Come aumentare la luminosità di un’abitazione

Spifferi da finestre e porte: come risolverli una volta per tutte

Spifferi da finestre e porte: come risolverli una volta per tutte

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *