Cos’è la schiuma poliuretanica e come viene utilizzata?

Cos’è la schiuma poliuretanica e come viene utilizzata?

La schiuma poliuretanica è un prodotto che di certo non può mancare nel kit di un professionista del settore edile.

Viene, infatti, utilizzata soprattutto come collante per fissare telai delle finestre, stipiti delle porte e per sigillare i vani degli avvolgibili.

Viene venduta in bombolette spray pronte all’uso, solitamente in formato da 750 ml, la cui estrusione avviene manualmente quando la bomboletta è predisposta all’erogazione manuale, o tramite apposite pistole per schiuma poliuretanica.

Ma di che cosa si tratta di preciso?

La miscela di schiuma poliuretanica è formata dal poliuretano, un polimero di legami uretanici, ossia di molecole composte da azoto, idrogeno, ossigeno e carbonio.

Solitamente presenta una colorazione giallastra, che può scurirsi con i raggi del sole ed i componenti aggiuntivi variano a seconda delle condizioni del suo utilizzo.

Il principio di azione si basa sull’interazione con l’aria umida: la sostanza si espande e quindi solidifica per formare schiuma di poliuretano.

La sua capacità di espandere il volume consente di riempire strettamente qualsiasi apertura, fornendo in tal modo un affidabile isolamento termico.

schiuma poliuretanica

Tra tutti i prodotti e gli strumenti disponibili perché proprio la schiuma Poliuretanica risulta la scelta migliore in alcuni casi?

Oltre ad essere molto pratica e polivalente, tra i suoi vantaggi è possibile includere:

  • Resistenza al contatto con sostanze pericolose, come i solventi
  • Capacità di solidificarsi in tempi rapidi ed espandersi in modo da riempire spazi non voluti
  • Longevità nel tempo, senza mostrare sintomi di invecchiamento
  • Facilità di modellazione
  • Ottima resistenza alle temperature estreme (dai -40 ai 100 gradi)
  • Assenza di sostanze dannose alla salute
  • Combinabilità con materiali come marmo, cemento, legno ecc.
  • Impermeabilità all’acqua e ad eventuali muffe che si potrebbero creare a contatto con l’aria
  • Elevata adesività
  • Resistenza ad una pressione di circa 24 tonnellate per metro quadrato
  • Per ultimo ma non per importanza, è costituita da una forte capacità termoisolante, motivo per il quale si presta benissimo a svariati impieghi.

La schiuma poliuretanica, per quanto riguarda i lavori edilizi, ha vari campi di utilizzo, quali:

  • Fissaggio di telai e contro-telai di serramenti e pannelli isolanti
  • Riempimento di cavità, fori e cassonetti per tapparelle
  • Sigillatura contro correnti d’aria
  • Isolamento acustico e termico

Ma siamo sicuri che la schiuma poliuretanica che usiamo sia conforme ai requisiti della norma UNI 11673-1?

La norma, uscita più di un anno fa, definisce tra le altre cose quali sono i criteri prestazionali minimi della schiuma, sia essa utilizzata per il nodo primario (controtelaio/muro) o per il nodo secondario (controtelaio/telaio).

Le caratteristiche più rilevanti sono l’elasticità ≥ 40% e la perdita di volume ≤ 5%.

Per verificare questi criteri bisogna leggere attentamente la scheda tecnica oppure optare per la PosaClima, usata dalla Gabi Infissi, conforme a tutti i requisiti normativi!

Questo tipo di schiuma possiede tutti i requisiti previsti e permette di eseguire alle perfezione lavori di sigillatura, riempimento ed isolamento.

Total Page Visits: 533 - Today Page Visits: 1

Correlati

Come oscurare le finestre?

Come oscurare le finestre?

È possibile sostituire le finestre senza opere murarie?

È possibile sostituire le finestre senza opere murarie?

Come aumentare la luminosità di un’abitazione

Come aumentare la luminosità di un’abitazione

Spifferi da finestre e porte: come risolverli una volta per tutte

Spifferi da finestre e porte: come risolverli una volta per tutte

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *