Ecobonus e bonus casa: quale detrazione scegliere per sostituire gli infissi?

Ecobonus e bonus casa: quale detrazione scegliere per sostituire gli infissi?

La Legge prevede che fino al 2024 sarà possibile eseguire la sostituzione degli infissi con detrazione statale ecobonus o bonus casa, in entrambi i casi si avrà diritto al 50% di detrazione in 10 anni.

Differenze tra detrazione ecobonus o bonus casa

Entrambe le detrazioni per le finestre permettono di scontare il 50% della spesa in 10 anni ma cambiano tra di essi in alcuni aspetti, il primo fattore che possiamo vedere è la detrazione massima che viene ripartita diversamente, ovvero:

  • bonus casa 48.000 euro
  • ecobonus 60.000 euro

Oltre alla detrazione massima troviamo anche il requisito termico minimo che nel caso di zona climatica E equivale a 1.4 W/m2k per il bonus casa e 1.3 W/m2k per l’ecobonus.

Per il bonus casa non è indispensabile il valore termico se l’infisso è in un locale non riscaldato, in questo caso infatti dal bonus casa si possono detrarre tutti gli infissi mentre dall’ecobonus è possibile detrarre soltanto gli infissi installati in un vano riscaldato.

I due bonus si differenziano tra di essi anche per chi può accedervi e variano i permessi necessari per eseguire i lavori:

  • bonus casa: solo persone fisiche (privati) ed occorre una pratica edilizia tipo Scia, Cila di almeno manutenzione ordinaria.
  • Ecobonus: persone fisiche e persone giuridiche (aziende) e basta una autodichiarazione.

Come funziona la detrazione per la sostituzione di infissi?

Una volta finiti i lavori, saldato le fatture e fatto la pratica Enea, consegnerai tutto al commercialista il quale provvederà per farti detrarre da IRPEF o IRES il 50% della spesa in 10 anni.

È importante però avere sempre delle tasse da pagare altrimenti perderai la quota spettante degli anni in cui non la potrai detrarre.

Come detrarre la sostituzione di infissi se non ci sono tasse da pagare?

In questo caso è possibile chiedere al fornitore di acquistare i serramenti con lo sconto immediato in fattura, in questo modo avrai lo sconto del 50% sulla sostituzione degli infissi già dal primo giorno.

Non tutti i rivenditori però applicano lo sconto diretto in fattura poiché non sono obbligati a farlo, in seguito a questa richiesta occorre stare attenti ai furbetti perché potrebbero aumentare del 20/25% il prezzo delle finestre.

Quando conviene scegliere il bonus casa?

È giusto scegliere di detrarre la spesa della sostituzione di infissi con il bonus casa quando vengono sostituiti in locali non riscaldati come ad esempio i garage o quando vengono installati infissi di sicurezza che danno diritto al bonus sicurezza.

Questo ci permette di eseguire i lavori senza pratica edilizia, basterà un auto dichiarazione di atto notorio dove viene dichiarato l’inizio dei lavori e che si trattano di interventi atti alla prevenzione di atti illeciti.

Quando conviene l’ecobonus?

Quando si vuole accedere alle agevolazioni fiscali senza dover richiedere pratiche edilizie e quando l’importo della detrazione è superiore a 48.000 euro.

L’ecobonus è una soluzione vantaggiosa anche in una ristrutturazione edilizia, permette di non intaccare il limite di detrazione per il bonus casa ma utilizzare il limite dell’ecobonus che può consentire di avere dei limiti di detrazione massima più alti.

Total Page Visits: 435 - Today Page Visits: 1

Correlati

Quali sono le Migliori Zanzariere: Guida alla Scelta

Quali sono le Migliori Zanzariere: Guida alla Scelta

Ponti Termici: Come Prevenirli per Evitare la Muffa in Casa

Ponti Termici: Come Prevenirli per Evitare la Muffa in Casa

Come Cambiare Gli Infissi Senza Incorrere in Problemi Costosi

Come Cambiare Gli Infissi Senza Incorrere in Problemi Costosi

Guida completa alla scelta delle finestre per una casa luminosa

Guida completa alla scelta delle finestre per una casa luminosa

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *